lunedì 28 aprile 2014

Caos IMU

Ci siamo già dimenticati il caos di dicembre-gennaio con i milioni di contribuenti chiamati a versare «mini-Imu» e «maggiorazione Tares» senza capire bene che cosa stessero pagando e perché? L'esperienza pare non abbia insegnato molto, e per il Fisco locale il 2014 rischia di rivelarsi ancora più complicato dell'annus horribilis appena trascorso. Già si prepara un nuovo rinvio al 31 luglio dei termini entro cui i Comuni devono fissare aliquote e chiudere i bilanci preventivi, con il risultato che se tutto va bene il sistema si stabilizzerà in autunno, con il solito gioco di acconti basati su vecchie regole e conguagli più salati perché ancorati ai nuovi parametri. Si prospetta, insomma, l'ennesimo ingorgo fiscale.
Fonte: http://www.ilsole24ore.com

Google+ Followers