venerdì 22 aprile 2016

Halos: il "sale"......dà la vita.

Mi chiesero, un po' di tempo fa, di esprimere in soli tre ingredienti, l'essenza della vita. La richiesta, ammetto, disorientò non poco una come me, amante delle innumerevoli sfumature del gusto e del   gioco di calibrazione tra i vari elementi che danno vita a sapori unici e sempre diversi. Ma una richiesta precisa esigeva una riposta altrettanto puntuale. Così cominciai a passare in rassegna alcuni eventi significativi della mia vita cercando quell'ingrediente, il fil rouge che in qualche modo li accomunasse.
Nella mia mente era come se avessi tirato giù la maniglia di una slot machine, in cui vedevo i rulli girare alla velocità della luce, quando all'improvviso ecco il primo "Din!" e poi il secondo e subito dopo il terzo. 

Ed eccoli là tutti allineati i miei ingredienti: 
il miele, l'amore in tutte le sue forme,  la spiritualità, l'altruismo, la condivisione, la tenerezza, tutti i buoni sentimenti insomma;il peperoncino, cosa sarebbe la vita senza il rischio, l'avventura, la passione folle, la scoperta, l'incertezza, le prime volte, tutte cose che in qualche modo incendiano le viscere; in fine il sale, come non pensare al sapore delle lacrime, al bruciore insopportabile di una ferita, alle aspettative deluse, le occasioni mancate, la perdita... 

E voi, avete mai pensato quali potrebbero essere i tre ingredienti della VOSTRA vita?


Eppure, ho di recente scoperto che il sale, presente in natura, ha una valenza significativa per il benessere del nostro corpo, mi riferisco in maniera particolare alle grotte di sale. Già nel Medioevo a quanto pare, alcuni monaci accompagnavano le persone affette da patologie respiratorie all'interno delle cave di sale, qui, gli ioni (ancora non conosciuti come tali) inalati attraverso la respirazione giovavano a buona parte di queste affezioni. Soltanto in seguito, intorno al XIX secolo, le osservazioni scientifiche di Felix Bochkowsky, presso le cave di sale nelle immediate vicinanze di Cracovia, diedero conferma della reale influenza benefica.
Che respirare l'aria di mare facesse bene, ce lo siamo sentiti dire fin da bambini, quando i nostri genitori venivano caldamente incoraggiati dagli allora "medici di famiglia" a stazionare per alcuni giorni in località marittime per consentire la naturale guarigione da asma, bronchite, tosse, e affini.
Ma laddove il mare non arrivasse o le grotte naturali di sale dovessero essere lontane, sono state appositamente create le Stanze di sale. Qui, è possibile sottoporsi alla Haloterapia o terapia del sale che si basa sull'inalazione di vapori concentrati di sodio cloruro, cioè sale, per curare in modo naturale disturbi dell’apparato respiratorio e lievi disturbi dermatologici. Questi luoghi sono interamente rivestiti di salgemma o vere e proprie lastre di sale provenienti dalle cave, dove viene poi riprodotto il medesimo microclima e tasso di umidità delle grotte di sale appunto, in cui degli halogeneratori micronizzano il sale medicale, ionizzano le particelle e le rilasciano nell’aria; le particelle sono talmente piccole da sfuggire alle difese naturali delle vie aeree superiori e viaggiare in profondità nei polmoni al livello degli alveoli. Si tenga presente che una seduta all'interno di una stanza di sale equivale a tre giorni di aria di mare.
I benefici di questa pratica riguardano non soltanto la salute fisica ma anche psichica come ad esempio la diminuzione dello stress, effetti positivi sul sonno e sulla capacità di rilassamento; non a caso questi ambienti sono spesso dotati di apposite luci per la cromo terapia.


Insomma, questa pratica va sicuramente testata e magari anche approfondita confrontandosi col personale specializzato che ivi opera. Provare si può, basta un click su www.iOmaggi.i

Scarica Gratis il coupon e potrai usufruire di 50 minuti di trattamento completamente OMAGGIO in un Grotta di Sale nel Centro di Milano












Viviana Prester
iOmaggi Blogger

Google+ Followers